La Biblioteca di Leonardo
Trec
Volumi
Firma di Leonardo Informazioni
Informazioni via e-mail
Contatti
Home
Firma di Leonardo
La chiave di lettura

Origini storiche della societ� TREC

TREC

Nel 1965 Antonino Pecora, ricco di una grande esperienza di vendita maturata con la casa editrice FABBRI, di cui costituiva esempio e punto di riferimento per l’organizzazione di vendita nazionale, accortosi che l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana non possedeva un’organizzazione di vendita nazionale, ma solo un centro di raccolta di acquisti spontanei nella sede di Roma, offrì la sua collaborazione all’I.E.I.; tanta è stata la sua influenza sulle vendite che la sua produzione personale dal 1965 al 1969, incideva per il 30% su tutto il fatturato di allora.

L’I.E.I., dopo questo quadriennio di esemplarità, affidò ad Antonino Pecora un mandato di agente generale per tutto il territorio nazionale, con inizio 16 giugno 1969; così nasce la “Trec di Antonino Pecora” (ditta individuale).

Dopo 7 mesi dall’inizio dell’attività Trec, constatato lo sviluppo esponenziale, Antonino Pecora chiese ed ottenne dalla Direzione dell’IEI la trasformazione in Trec Spa, assumendone la presidenza.

In tale occasione l’IEI nell’avallare la richiesta, anche per conferire alla nascente società significativo prestigio e connotazione TRECCANI, chiese che un suo rappresentante, l’Avv. Francesco Benveduti, capo dell’ufficio legale, facesse parte del Collegio Sindacale della Trec Spa, e per gli adempimenti di trasformazione l’IEI indicò il proprio notaio di fiducia Dott. Nicolò Bruno con studio in Lungotevere Sanzio n. 9, Roma.

La Trec attraverso la massa dei messaggi spediti e inseriti nei principali quotidiani e settimanali – sistema innovativo da parte dell’IEI – ha portato le opere dell’Istituto al massimo livello della loro divulgazione.

L’odierno successo commerciale raggiunto dall’Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani è quindi dovuto – sia consentito rilevarlo – soprattutto dall’impulso iniziale di Antonino Pecora e dell’organizzazione TREC, per aver selezionato, formato ed avviato quasi tutti gli agenti generali ora esistenti, nonché creato l’innovativo sistema di vendita; di ciò la Trec è fortemente orgogliosa.

I milioni di dèpliants spediti, soprattutto per la divulgazione delle opere enciclopediche e in un secondo tempo per le edizioni pregiate, hanno consolidato il marchio TREC come simbolo di cultura e d’arte in Italia e all’estero.

Antonino Pecora presenta il simbolo AMOROMA a Giovanni Paolo II
Gennaio 1981 - Antonino Pecora presenta il simbolo AMOROMA - di cui è autore - a Giovanni Paolo II - da allora esposto nel Museo del Capitolo di S. Pietro in Vaticano

Pagine Web © Alberto Moglioni