Leonardo da Vinci - Il genio e le invenzioni


Fonte: Roma Beni Culturali

Presso il Palazzo della Cancelleria a Roma si terrà dal 30 aprile 2009 al 30 aprile 2010 la mostra “Leonardo da Vinci - Il genio e le invenzioni”, che si focalizza prevalentemente sulle “macchine” ideate dal genio rinascimentale.

E' quindi un Leonardo ingegnere, idraulico e inventore in senso lato quello che ci viene presentato in questa esposizione di quasi cinquanta macchine funzionanti e a disposizione del visitatore, che le può toccare e provare. Le macchine sono suddivise in cinque categorie: acqua, aria, terra, fuoco e meccanismi. Quest'ultima categoria contiene tutti quei macchinari che possono avere applicazioni diverse. Uno degli aspetti più affascinanti che questa esposizione mette in luce è l'anticipazione di alcune invenzioni che poi saranno portate a termine molto più avanti; tra esse le più celebri sono indubbiamente le macchine per il volo, ma ci sono anche la bicicletta e il paracadute, quest'ultimo concepito come un sistema per volare senza ali (non potendo naturalmente essere ancora considerato un dispositivo di sicurezza). Come è noto, Leonardo aveva una grande fiducia nella possibilità di permettere all'uomo di volare «Piglierà il primo volo il grande uccello sopra del dosso del suo magno Cecero (il monte Ceceri, presso Firenze), empiendo l'universo di stupore, empiendo di sua fama tutte le scritture e gloria eterna al loco dove nacque». Il suo genio però non si rivolse solo alla volta celeste, ma anche al fondale marino; per permettere all'uomo di esplorare le profondità del mare, sembra che Leonardo sviluppò un palombaro o addirittura un sottomarino, ma decise egli stesso di interrompere gli esperimenti per paura che venissero utilizzati per scopi illeciti come la pirateria. Tra le invenzioni “di terra”, la mostra comprende una catena che Leonardo progettò per la bicicletta e per gli orologi. In questo senso, Leonardo si spinse ad anticipare l'invenzione di un'automobile, spinta da un meccanismo a molla e a un telaio automatico, ricostruito dal Museo nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, che tesse 2 centimetri di tela al minuto.


Tra le invenzioni riguardanti l'acqua, si segnala l'innovativa sega idraulica, che usa la potenza dell’acqua per azionare un sistema automatico in grado di tagliare il legno e risparmiare il lavoro dell’uomo. Furono molte le macchine ideate da Leonardo per sfruttare l'energia idraulica, ma la mostra presenta due particolari invenzioni dedicate all'uomo: un dispositivo per camminare sull'acqua, composto da due otri di pelle gonfi d'acqua fissati ai piedi e due racchette, e un guanto palmato da legare al polso per riuscire a muoversi più velocemente in acqua. Nella sezione fuoco si trovano alcuni esempi di armi progettate da Leonardo: la bombarda, la mitraglia e il carro armato. Quest'ultimo risulta particolarmente suggestivo in quanto è visitabile anche al suo interno.


Laura Losi



Sito ufficiale: http://www.mostradileonardo.com


Articolo tratto da: albertomoglioni.com - Il portale su Leonardo e non solo - http://www.albertomoglioni.com/
URL di riferimento: http://www.albertomoglioni.com//index.php?mod=read&id=1241723410